Circolare 09-2014

MESSAGGIO DEL PRESIDENTE

Cari amici,

quasi un anno è passato dalle ultime elezioni. Un anno pieno di emozioni, di progetti realizzati e da completare, un anno di grande intensità e passione.

Voglio prima di tutto ringraziare con questa lettera tutti i consiglieri, la segreteria generale, i componenti dell’organigramma e tutti voi per l’apporto costante e costruttivo che è stato più volte dimostrato.

Quello che ci ha maggiormente gratificato è il consolidamento di un gruppo e la piena consapevolezza che quello che abbiamo raggiunto non potrà dissolversi al primo richiamo di una qualsiasi sirena.

Abbiamo operato incessantemente al fine di offrire ai nostri atleti delle competizioni vere ove potersi confrontare ad alti livelli nel massimo rispetto della lealtà e correttezza. In un ambiente dove ormai vige la disgregazione la Fesik sta lavorando per cercare di unire e non di dividere; ne è un esempio il campionato assoluto Un.I.Ka., Unione Italiana Karate, al quale abbiamo preso parte insieme ad altre due organizzazioni italiane, la Fiam e la Etsia; ne è un esempio il protocollo d’intesa siglato per la fondazione della United World Karate a livello internazionale; ne è un esempio il protocollo d’intesa per una futura unione tra le principali organizzazioni italiane e che andrà tra breve a richiederne il riconoscimento internazionale alla stessa UWK.

L’indipendenza è sicuramente una connotazione personale, un carattere di distinzione nel quale molti intendono riconoscersi, ma è giunto il momento di guardare più lontano, non per interessi personali ma per il bene del karate italiano ed internazionale.

La Fesik, dopo oltre vent’anni di storia, prosegue il suo cammino per offrire ai suoi affiliati quello che è stato il pensiero dei suoi fondatori: perfezionamento della tecnica e soddisfazione nelle competizioni, competenza nell’insegnamento e giudizi obbiettivi, nel preciso rispetto della sua essenza sportiva e tradizionale.

Nelle tre competizioni principali di quest’anno – Campionato italiano ragazzi, Campionato italiano cadetti, juniores, seniores e veterani e Memorial Carlo Henke – la nostra federazione ha visto la partecipazione di quasi tremila atleti. Numeri reali, veri, non gonfiati come sta diventando abitudine da chi intende far passare le proprie gare diversamente da quelle che sono Un plauso particolare va anche a chi sta gestendo le discipline associate: Aikido, Ju Jitsu, Krav Maga, Military Defence, Taiji Quan, Qigong, Judo, Difesa Personale, M.i.d.e, Yoga e Kung Fu. Un elenco di persone importanti e competenti che stanno contribuendo alla grandezza della nostra federazione.

Le previsioni per il prossimo anno sono decisamente positive ed alle domande di adesione da parte di nuove associazioni si aggiungono le numerose richieste di chi ha già fatto parte in passato della Fesik ed intende ritornare. Questo è indicativo, a dimostrazione che quello che abbiamo svolto in passato incontra oggi l’approvazione di molti tecnici.

A tutti Voi il migliore augurio per uno splendido 2015!

Sean Henke

circolare-9-2014
Click to share thisClick to share this