Circolare 06 2015

NUOVI NUMERI TELEFONO e FAX

Si comunica che i nuovi numeri di telefono e fax della FESIK sono i seguenti:

Telefono: 0323.71213 – Fax: 0323.738302.

I precedenti numeri non sono più attivi

 

SHINTAIDO

Si comunica che in occasione dello stage tecnico nazionale di Gaeta saranno previste delle lezioni speciali di Shintaido. Lo Shintaido è un modo eccellente per risvegliare il corpo, aumentare la potenza, la flessibilità e l'equilibrio. Lo Shintaido è una nuova via del corpo che si sviluppa con movimenti veloci, lenti, energetici e meditativi con il risultato di una sempre piu' sensibilità. Si divide in: Shintaido a mani aperte, Shintaido bojutsu, Shintaido kenjutsu, meditazione e rilassamento. Le lezioni saranno tenute dal M° Ivo Faralli a Gaeta nei giorni 3 e 4 Ottobre p.v. dalle 07.00 alle 08.00 direttamente sulla spiaggia di fronte all’Hotel Serapo; in caso di maltempo si svolgeranno nella sala del medesimo albergo.

 

PROGRAMMA DELLO STAGE TECNICO NAZIONALE

Si comunica che il programma dettagliato dello Stage Tecnico Nazionale che si terrà a Gaeta dal 2 al 4 Ottobre p.v. è visibile sul sito www.fesik.org.

 

RADUNO SQUADRE NAZIONALI A GAETA

Si ricorda che il raduno delle squadre nazionali si svolgerà a Gaeta (LT) dal 2 al 4 ottobre con il Direttore Tecnico delle squadre Nazionali Sergio Di Folco (7°Dan) e gli allenatori Stefano Colussi (6° Dan), Luigi Marra (5° Dan), Marco Mutascio (6° Dan), Yuri Gasperini (5° Dan), Riccardo Ragno (5° Dan), Primiano Di Napoli (5° Dan) e Denise Henke (4° Dan)

Sono convocati tutti gli atleti Azzurri ed Azzurrabili, il cui elenco sarà pubblicato sul sito www.fesik.org. Possono partecipare agli allenamenti delle squadre nazionali anche gli atleti Visionabili, ovvero tutti gli atleti che non siano già stati inseriti nell’elenco Azzurri ed Azzurrabili e che si siano qualificati nei primi 3 posti all'ultimo campionato Nazionale cadetti, juniores e seniores, kata e kumite, marroni/nere e gli atleti segnalati dalle società e/o Comitati regionali, previa autorizzazione da parte del Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali.

Per gli atleti Azzurri, Azzurrabili il raduno è gratuito mentre per i visionabili la quota è di € 30 da pagarsi in loco all’arrivo presso la segreteria Fesik all’interno dell’hotel Serapo.

Errata corrige: sulla circolare nr 5/2015 sono state messe erroneamente le date 03/05 Ottobre 2014 per il raduno. Trattasi ovviamente di venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 ottobre 2015.

 

“IL SISTEMA STILISTICO SHOTOKAN”

Si comunica che è stato pubblicato il libro “Il sistema stilistico Shotokan”, opera letteraria di 600 pagine compiuta dal M° Massimo Braglia. Si tratta di un grande volume con 800 immagini a colori nella quale l’autore, dopo quasi vent’anni di ricerche, ha indagato sulle più remote origini dei kata Shōtōkan e Shōtōkai, comuni anche agli stili Wadō-ryū, Shitō-ryū, Shōrin-ryū e in parte al Gōjū-ryū.

L’unicità di quest’opera è che, per la prima volta, vengono rivelati i nomi originali cinesi ed okinawensi di molti kata, il loro preciso significato e le caratteristiche tecniche principali dei kata trasmessi nel dōjō Shōtōkan di Tōkyō della famiglia Funakoshi fra il 1938 e il 1945.

Il M° Braglia sarà a Gaeta in occasione dello stage tecnico nazionale per la promozione del suo libro. Per maggiori dettagli, potete visitare il sito: www.bookkarate.com o scrivere direttamente al M° Braglia, email [email protected]

   

REGOLAMENTO KUMITE A SQUADRE A ROTAZIONE

Si comunica che oltre alle categorie tradizionali la Fesik ha deciso di aggiungere alla propria programmazione anche la categoria di Kumite Shobu Sanbon a Squadre a Rotazione. Riportiamo qui di seguito il regolamento arbitrale.

Art 1: CATEGORIE

  1. La competizione di Kumite Shobu Sanbon a Squadre a Rotazione prevede le seguenti categorie: A) Cadetti 15/17 anni Maschile; B) Cadetti 15/17 anni Femminile; C) Juniores e Seniores insieme 18/40 anni Maschile; D) Juniores e Seniores insieme 18/40 anni Femminile. La conferma di tali categorie avverrà attraverso circolare federale con programma dettagliato della competizione
Art. 2: DURATA
  1. La durata per ogni incontro è di 6 minuti effettivi.
  2. Il tempo si ferma solo quando l’Arbitro dice "Tempo" (“Time”).
Art. 3: ARBITRI
  1. In un incontro di Kumite Shobu Sanbon a Squadre a Rotazione la gestione dell’incontro viene affidata, oltre ai presidenti di Giuria, ad una terna arbitrale (un arbitro centrale e 2 arbitri di sedia con le bandierine) e ad un Arbitrator (Kansa).
Art. 4: ATLETI
  1. Le squadre sono composte da tre atleti.
  2. Lo spirito di squadra impone che ogni atleta deve combattere almeno una volta e per almeno 15 secondi durante il tempo previsto per l’incontro (6 minuti).
  3. Se alla fine dell’incontro (dopo 6 minuti), uno degli atleti della squadra non ha combattuto, la squadra sarà squalificata (Hansoku).
  4. Se uno degli atleti della squadra non ha combattuto, ma la squadra vince l’incontro prima della fine del tempo di 6 minuti non vi sarà squalifica.
  5. Ogni squadra può avere solo una riserva, che può essere utilizzata per sostituire un atleta infortunato o se viene richiesto dal coach. Questa sostituzione può essere fatta solo nel turno successivo e non durante l’incontro.
Art. 5: CRITERI PER DECIDERE LA SQUADRA VINCENTE
  1. Non ci sarà alcun limite di punteggio.
  2. Ogni squadra può mettere a segno il maggior numero di punti di cui è capace durante i 6 minuti.
  3. La vittoria sarà assegnata alla squadra che avrà messo a segno il maggior numero di punti (punteggio totale) rispetto alla squadra avversaria, durante i 6 minuti di tempo.
  4. Se però una delle due squadre raggiunge un vantaggio di 6 punti (3 Ippon o 6 wazaari, o una combinazione di Ippon e Wazaari), sarà dichiarata vincitrice prima della fine del tempo effettivo.
Art. 6: PAREGGIO
  1. Se dopo 6 minuti le due squadre sono in pareggio, la squadra che ha totalizzato il maggior numero di Ippon sarà dichiarata vincitrice.
  2. Se la parità persiste ci sarà una estensione dell’incontro di 2 minuti (Encho-Sen) e la squadra che metterà a segno il primo punto valido sarà dichiarata vincitrice. Ogni coach sceglierà un atleta della propria squadra per iniziare l'estensione. Questo atleta può essere sostituito dopo l’inizio dell’estensione.
  3. Le sanzioni imposte nel tempo normale verranno riportate anche nell'estensione.
  4. Se, anche dopo l'Encho-Sen, il pareggio persiste, l'Arbitro chiamerà l’ "Hantei" e la terna arbitrale dovrà decidere di assegnare la vittoria ad Aka o Shiro. Questo decreterà la squadra vincitrice.
Art. 7: SOSTITUZIONI
  1. Durante i 6 minuti dell’incontro, i coach possono fare tutte le sostituzioni che vogliono tra i 3 atleti che compongono la squadra. Un atleta che è già stato sostituito può tornare a combattere di nuovo nello stesso turno ogni volta che gli viene richiesto durante l’incontro.
  2. Ogni atleta che subentra sul tatami deve essere pronto ed avere l’equipaggiamento e tutte le protezioni necessarie.
  3. I coach dovranno sedersi nei posti assegnati come da regolamento.
  4. Mentre un atleta della squadra è sul Tatami gli altri 2 atleti dovranno essere sempre pronti ed equipaggiati per quando vengono chiamati sul Tatami.
  5. Quando il Coach intende effettuare una sostituzione, deve dire "Cambio (”Change") all’Arbitrator (Kansa).
  6. L’Arbitrator deve convalidare la richiesta e controllare che siano trascorsi almeno 15 secondi dal cambio precedente.
  7. L’Arbitrator, tramite un colpo di fischietto ed il comando “Cambio” ("Change") indicherà all'Arbitro di interrompere l'incontro per consentire la sostituzione, indirizzando la mano verso la squadra che intende fare il cambio.
  8. Quando l'Arbitro decide di fermare l’incontro e permettere la sostituzione, questa dovrà essere realizzata in un tempo massimo di 3 secondi. Se il cambio supera i 3 secondi, l'Arbitro farà ripartire l’incontro rifiutando la sostituzione. Inoltre potrebbe penalizzare la squadra coinvolta per perdita di tempo.
  9. Quando si verifica una sostituzione, l'avversario dovrà combattere per almeno altri 15 secondi prima di poter essere a sua volta sostituito.
  10. Entrambi i partecipanti non possono essere sostituiti allo stesso tempo. L'Arbitrator dovrà fare molta attenzione per stabilire quale squadra è stata la prima a richiedere una sostituzione.
  11. Quando l’arbitro ferma l’incontro per l’assegnazione di un punteggio o di una sanzione o per una sostituzione, il tempo continua a scorrere. Potrà fermare il tempo ogni qualvolta lo riterrà opportuno ovvero quando la sua azione richiede un tempo necessario superiore a 5 secondi (esempio: consultazione con altri arbitri).
Art. 8: SANZIONI
  1. Tutte le penalità comminate dagli atleti in una squadra saranno riportate e aggiunte tra loro nello stesso incontro (esempio: se un atleta viene penalizzato con Chui per contatto eccessivo, l'atleta che entra sul Tatami come sostituto avrà automaticamente la penalità Chui dell'atleta precedente e se gli verrà comminata una penalità questa sarà sommata a quella esistente). Questo avverrà per tutte le sostituzioni effettuate in quell’incontro.
  2. Se un atleta è penalizzato con Hansoku tutta la squadra sarà squalificata.
  3. Se un atleta è penalizzato con Shikkaku tutta la squadra sarà eliminata per l'intero torneo. Prima di applicare la sanzione Shikaku l'Arbitro dovrà consultare il Capo Arbitro e la Commissione Arbitrale.
Per qualsiasi ulteriore situazione non contemplata nel presente regolamento si rimanda alle norme del regolamento federale di Shobu Sanbon a Squadre.

 

COPPA DEL MONDO WUKO&AD

Si ricorda che la WUKO&Ad World Cup avrà luogo a Lignano Sabbiadoro (UD) dal 19 al 22 novembre 2015, presso il palasport del villaggio Adriatico Getur.

La competizione è aperta a tutti gli atleti delle organizzazioni affiliate alla Wuko&Ad ed alla Uwk, United World Karate, ed avrà il supporto da parte della Wkc, World Karate Confederation, e della Mkia, Makotokai Karate International Association, e comprende le categorie Ragazzi, Cadetti, Juniores, Seniores e Veterani.

Il programma dettagliato sarà presentato nella prossima circolare federale. Si comunica che il dominio web della WUKO&AD è cambiato in www.worldunitedkarate.org

   

Sportivi saluti  

La Segreteria Federale

Circolare 6 2015

Click to share thisClick to share this